CRESCO: Centro Computazionale di RicErca sui Sistemi Complessi

Importante Polo di calcolo multidisciplinare per lo studio dei sistemi complessi di natura biologica e tecnologica, collegato tramite le tecnologie di Griglia computazionale (GRID) con le facilities di elaborazione, archiviazione e visualizzazione 3D di dati scientifici. Tramite CRESCO i ricercatori dell’ENEA, del sistema universitario e di altri enti di ricerca, cooperano con esperti e tecnologi del mondo delle imprese per lo sviluppo e la messa a punto di metodologie di simulazione, controllo e visualizzazione.

logo CRESCO

Il supercalcolatore CRESCO, “Centro  Computazionale di RicErca sui Sistemi Complessi”, presso  il Centro  Ricerche ENEA di Portici, è di gran  lunga la più  importante infrastruttura di calcolo ad alte prestazioni ("HPC- High Performance Computing") del Sud d’Italia, oltre che fra le più importanti del paese.
Il Progetto  è stato finanziato  dal Ministero dell’Università  e della Ricerca per mezzo  dei Fondi Strutturali nell’ambito del Programma Operativo Nazionale 2000-2006, per un contributo pari a 6,7 milioni. Il valore complessivo è di oltre 9 milioni di euro. Obiettivo generale è la realizzazione, presso il Centro Ricerche ENEA di Portici (NA), di un importante Polo di calcolo multidisciplinare per lo studio dei sistemi complessi di natura biologica e tecnologica, collegato con facilities di elaborazione, archiviazione e visualizzazione 3D di dati ubicate presso i Centri ENEA di Brindisi e Trisaia (MT).
In questo modo ricercatori dell’ENEA, del sistema universitario e di altri enti di ricerca, possono cooperare con esperti e tecnologi del mondo delle imprese per lo sviluppo e la messa a punto di metodologie di simulazione, controllo e visualizzazione.

Sul piano delle applicazioni e dei contenuti scientifici, il Progetto si focalizza sulle seguenti Linee di Attività:

  1. Infrastrutture critiche. L'implementazione di soluzioni innovative in tema di architetture di sistemi di calcolo e di GRID computing per le attività di R&S di punta dell'ENEA che richiedano l'utilizzo di risorse computazionali estremamente importanti. Sul versante infrastrutturale il Progetto prevede la realizzazione di una piattaforma di calcolo di assoluta eccellenza in grado di erogare una potenza dell'ordine del Teraflop, corredata di una nuova classe di funzionalità GRID innovative.
  2. Biotecnologia, Bioinformatica e struttura della materia.Lo studio di oggetti biologicidal punto di vista "sistemico" (in silico cell) e lo studio di sistemi naturali (comunità animali e sociali) secondo il paradigma dei sistemi complessi.
  3. Computer Science. Lo studio di sistemi tecnologici complessi e delle loro mutue interazioni, e la realizzazione di opportuni strumenti per il modelling, la simulazione e il controllo.

Più in generale, la facility di calcolo CRESCO è in grado di fornire servizi computazionali avanzati all’insieme dell’utenza ENEA e dei suoi partner pubblici e privati in tutti gli ambiti applicativi nei quali l’Ente è attivo: applicazioni energetiche (combustione, fluidodinamica), codici nucleari e della fusione, modelli climatologici ed  ambientali, struttura della materia, modellistica per reti ed infrastrutture critiche, remotizzazione di grandi strumenti, bioinformatica.

Le caratteristiche di CRESCO
Il supercalcolatore è in  grado  di erogare una potenza superiore ai 25 Teraflops, corredata di una nuova classe di funzionalità GRID innovative. Ad esempio modelli climatici che oggi richiedono un anno di elaborazione potranno essere eseguiti un una scala dei tempi di alcune settimane. Si tratta di un sistema ad alte prestazioni costituito da oltre 2.700 Core di ultima generazione che, sulla base delle misurazioni effettuate in fabbrica prima dell’installazione in sito, si è piazzato  al 180° posto  nell’ultima edizione della lista “TOP500 Supercomputer Sites”. La lista “TOP 500” elabora semestralmente una classifica i primi 500 siti con la maggior potenza di calcolo installata al mondo utilizzando sistemi standard di valutazione accettati dalla comunità High  Performance Computing  (HPC).  ENEA è l’unica istituzione di ricerca italiana presente nella TOP500; le altre presenze sono costituite dal CINECA e dall’ENEL.

Accedi al sito di CRESCO